Skip to content

quello che vorrei fare per una volta,

06/01/2010

fare un passo senza un inciampo di troppo,

fare una gola senza strozzarla,

fare una manica senza scucirla prima,

fare una strada senza ribatterla di significati,

fare un gemito senza guardarlo capovolto in uno specchio,

fare l’acqua che muta forma in troppi modi,

non voglio credere che l’acqua abbia una memoria, beati gli smemorati.

Fare la memoria senza filarla di bocche cucite e orecchie tese,

 

come tu mi dici, non solo dirlo, ma farlo.

 

l’abbandono, allora, sembra il senso ultimo. ma all’abbandono non ci rassegniamo, perfino se siamo noi a voltare le spalle.



Annunci
One Comment leave one →
  1. ASnakeOfJune permalink
    14/01/2010 1:35 AM

    fare un passo in avanti senza timore di calpestare nessuno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: