Skip to content

cose terribili accadono alla luce del giorno

19/04/2010

per correre a un lavoro che odio non mi sono fermata abbastanza
per dirle che il coraggio che le ho detto di avere è una balla.


i soldi che le ho dato troppo in fretta non serviranno a molto e non per molto,
le mie lacrime di coccodrillo andrebbero leccate via dalla faccia a bastonate.


tutti quelli che non si sono fermati nemmeno quel non abbastanza: non so cosa dirvi.
non ho pietà di nessuno e non piango sul telegiornale.  sono indurita come calce vecchia,sono una borsa di cuoio, quella pellaccia. un’arma da muli.

ma.


vederla, forse scesa in strada un momento prima, barcollando come una cosa aliena gettata dallo spazio in questo mondo,
senza l’abitudine indurita ai cartoni, senza nemmeno quella per difesa,
con indosso un cappotto ancora dignitoso, e la faccia completamente disidratata,
la voce rotta per la vergogna di chiedere, balbettare: ho 98 anni. sono sola.devo pagare le bollette.


un’icona straziata con la scritta in cima: DISPERAZIONE,
e io poi, non fare niente, in fondo NIENTE,
è troppo da sopportare, perfino per me. che sono un’IDIOTA.

Advertisements
2 commenti leave one →
  1. ASnakeOfJune permalink
    22/06/2010 12:32 AM

    Il problema reale sarà quando le passerai accanto senza nemmeno notarla.

Trackbacks

  1. And then i see a darkness « constant shallowness leads to evil

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: