Skip to content

TORINO FILM FESTIVAL 2012 – Chained, di Jennifer Lynch, ovvero Vincent D’Onofrio psicopatico dell’anno

26/11/2012

CHAINED, di Jennifer Lynch, Torino Film Festival 2012

Chained si muove in un’atmosfera di pura sickness che non spreca una briciola di azione e nel giro di pochi minuti ci scaglia nella favola disturbante, con un Orco (un grande Vincent d’Onofrio, il Male incarnato) e un Coniglietto che ha perso la mamma (che muore fuori scena: immediatamente e senza appello). Come nel precedente Surveillance, però, la Lynch non riesce a liberarsi dell’ansia di far bene e cede alla tentazione di fabbricare un finale posticcio con colpo di scena e spiegazione, quando l’orrore sarebbe stato assai più realistico se lasciato nella sua dimensione naturale: la totale assenza di senso e di misericordia, così ben rappresentata nei primi minuti. CONTINUA QUI

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: