Skip to content

Ein Zeichen sind wir, deutungslos

10/02/2013

Dino Valls, Barathrum

“Là, su un tavolo di vetro, una rana mezza soffocata e stordita dal terrore e dalla sofferenza, giaceva crocefissa su un sostegno di sughero; le sue interiora trasparenti, simili a mica, erano state estratte dal ventre insanguinato e poste sotto la lente del microscopio.
“Molto bene”, disse Pérsikov, e accostò l’occhio all’oculare del microscopio. Qualcosa di molto interessante si poteva evidentemente osservare nel mesentere della rana. Chiaramente visibili lungo i fiumi dei vasi sanguigni correvano veloci e vivaci globuli rossi. Pérsikov dimenticò le sue amebe e per un’ora e mezza rimase inchiodato, alternandosi con Ivànov, alla lente del microscopio. Durante quest’operazione i due scienziati si scambiarono parole animate, ma incomprensibili ai comuni mortali.
Infine Pérsikov si staccò dal microscopio, dicendo: “Nulla da fare, il sangue si sta coagulando”.
La rana mosse a fatica la testa e nei suoi occhi sempre più spenti erano chiare queste parole: “Siete delle carogne, questa è la verità.”

[M. Bulgakov, Le uova fatali]

grazie al Lunario di compagnosegreto:

scrittori medici

Cechov, Céline, Bulgakof, Benn: I medicamenta del dottor Scrittura

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: