Skip to content

vi sio nà rio agg. e s. m. (f. -a) [der. di visione]. –

05/07/2013

 

Definizione. Eclissi assordante di un corpo che si frappone tra il tuo e la stella che entrambi vi illumina, proiettando sul tuo la sua ombra. L’anima tua eclissata, sullo sfondo nero dello spazio, diventa invisibile e sembra, solo sembra, scomparire. L’ombra non è forse che questa vertigine, dove non si entra mai non ancora e mai dentro al corpo dell’altro ma sempre lo si proietta su un’infinita serie di scombussolamenti. Saltare sopra al cavallo con la stella bianca in fronte, credi, ti garantisce solo che ballerai. Tieniti forte.

Vecchio ardire, che giace nel colmo della visione: perchè l’ombra è anche un miraggio, la fata morgana, il trapassato, lo spettro. E l’ombra è pure, restare nell’ombra (cospiratori ultimi i muscoli sotto la carne, che tendono l’arco in una tensione che non ha inizio né fine ma solo presente) gettando come un guanto di sfida l’ombra di un corpo otticamente spesso che si frappone tra il tuo e la stella che entrambi vi illumina.

Signori, è un fatto. Il sole non entra mai nell’ombra di nulla. Eclissi: il corpo opaco che è terra proietta la sua ombra greve sulla superficie della luna, saltarello, pronto a farsi leggerissimo. Il corpo opaco che è luna, credete, non è eterea questa massa di roccia, ma pure, predisposta alla ferita dall’inizio, spinge i suoi mari lisci nel cono d’ombra della terra. Questo corpo non viene semplicemente o soltanto coperto, ma letteralmente passa dentro l’ombra dell’altro corpo, come Dante attraversa l’inferno, nè più nè meno. Avventurieri non celesti ma gravidi di sangue, tra uno strato di materia e l’altro piazzano il piccone dentro al regno delle ombre.

Sombre è scuro, ma non nero. L’ombra si spezza, alla fine, su un corpo che si muove tra il tuo e la stella che vostro malgrado entrambi, vi illumina: e quest’ombra produce il rumore di un cavallo da corsa che zoppica ma non può fermarsi. Siete mai stati colpiti da una scossa mentre fissavate una crepa?

sombre

l’inizio – sulla visione, dentro Philippe Grandrieux, per il nuovo Rifrazioni dal cinema all’oltre  [work in progress]

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: