Vai al contenuto

The Key to Joy is Disobedience

celebrammo così nelle nostre ferite le rinascite dei morti da incidenti stradali [] le ferite e le posizioni immaginarie dei milioni che dovevano ancora morire

Aftermath. Nacho Cerdà

about.me
about.me


Anobii_speakingparts

libri che non ci hanno salvato la vita

mubi_speakingparts

finchè avremo sete

†

twitter_speakingparts

ultimi passettini

tumblr_speakingparts

Constant Shallowness Leads To Evil

facebook_64

e alla fine, stacce



È un po’ come guardar dentro dalla grande finestra
all’ultimo piano del numero 47.
Osservo te, e lei, e tutti loro,
ma attraverso il mio riflesso.
Oppure aprire gli occhi mentre tutti pregano.
La macchina per le onde del respiro di mio padre,
la guglia delle dita di calcare di mia madre,
i minuscoli movimenti nervosi di mia sorella e io, con gli occhi sbarrati, che tutto ricordo.



[Nick Laird, tr. it. di Martina Testa]
One Comment leave one →
  1. 28/11/2009 8:59 PM

    come si suol dire, una foto a effetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: